SMC rinuncia alla grande per le auto 84K

A causa di un’interruzione di rete nella sua piattaforma di riscossione elettronica del pedaggio, giovedì San Miguel Corp. (SMC) ha dovuto rinunciare al pedaggio per circa 84.000 automobilisti che sono stati colpiti dall’ingorgo lungo parti delle sue superstrade.

In un avviso per i media, SMC Infrastructure ha affermato che gli automobilisti lungo la South Luzon Expressway, Skyway, Naia Expressway e Star Tollway hanno subito un traffico intenso a causa di una “momentanea interruzione della rete nel nostro sistema di riscossione elettronica dei pedaggi”.

“I nostri team IT hanno individuato l’origine del tempo di inattività in un taglio nella nostra rete in fibra ottica. Stiamo ancora determinando la causa principale del danno, ma ci sono indicazioni che un grave incidente automobilistico possa aver contribuito alla situazione”, si legge nell’avviso.

SMC ha dispiegato manodopera aggiuntiva per fornire supporto agli automobilisti nel tentativo di alleviare la congestione del traffico.

“Abbiamo anche aperto i caselli interessati e rinunciato ai pedaggi. Tutto sommato, questo copre circa 84.000 veicoli che hanno attraversato le superstrade dalle 6:00 alle 14:00, giovedì 17 novembre”, si legge nell’avviso.

Gli automobilisti i cui account Autosweep sono stati detratti dal pedaggio al momento dell’ingresso riceveranno rimborsi elettronici, ha aggiunto la società.

“Mentre il sistema è stato ripristinato intorno alle 9 del mattino, abbiamo deciso di mantenere le barriere ai caselli, per consentire a tutti gli automobilisti interessati di passare gratuitamente”, ha affermato SMC. “Ancora una volta, ci scusiamo per l’inconveniente e chiediamo la comprensione dei nostri automobilisti, mentre lavoriamo per assicurarci di offrire lo stesso alto livello di efficienza e affidabilità che si aspettano da noi, in ogni momento”.

Crediti immagine: foto del file BusinessMirror

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *