Coppa del Mondo FIFA: la cerimonia di apertura presenta Morgan Freeman in una svolta ironica

L’attore Morgan Freeman ha sollevato le sopracciglia interpretando un ruolo da protagonista inaspettato nella cerimonia di apertura della Coppa del Mondo FIFA, essendo stato il volto principale di una delle offerte rivali sconfitte dal Qatar per ottenere i diritti di hosting per il torneo.

Nel 2010, gli Stati Uniti stavano gareggiando con il Qatar per essere nominati l’ospite della Coppa del Mondo 2022. Freeman e l’ex presidente degli Stati Uniti Bill Clinton erano tra i grandi nomi che si sono recati a Zurigo, in Svizzera, per fare un lancio finale.

Freeman notoriamente ha commesso un errore durante la lettura della sua parte della presentazione per l’evento, a un certo punto si è fermato a metà frase e si è scusato per essere saltato accidentalmente in avanti nella sua sceneggiatura.

“Mi dispiace, ho perso una pagina”, ha detto in quel momento.

Il Qatar alla fine, e in modo controverso, ha battuto Stati Uniti, Giappone, Corea del Sud e Australia.

Mentre la cerimonia di apertura è iniziata lunedì mattina presto, ora australiana, Freeman ha prestato la sua voce leggendaria ai lavori, apparendo sul palco con lo YouTuber del Qatar Ghanim Al Muftah.

La coppia ha sincronizzato le labbra attraverso una conversazione preregistrata, che sembrava suggerire alcune delle critiche che il Qatar ha raccolto in vista del torneo.

“Come possono riunirsi così tanti paesi, lingue e culture, se si accetta un solo modo?” chiese Freeman.

“Siamo stati educati a credere che fossimo dispersi su questa terra come nazioni, come tribù, in modo da poter imparare gli uni dagli altri e trovare la bellezza nelle differenze”, ha detto Al Muftah.

“Lo vedo, perché ciò che ci unisce qui in questo momento è molto più grande di ciò che ci divide. Come possiamo farlo durare più di oggi? disse Freeman.

“Con tolleranza e rispetto, possiamo vivere insieme sotto un’unica grande casa… quando ti chiamiamo qui, ti diamo il benvenuto nella nostra casa”, ha risposto Al Muftah.

“Quindi ci riuniamo qui come una grande tribù, e la Terra è la tenda in cui viviamo tutti”, ha detto Freeman.

“Sì, e insieme possiamo lanciare l’appello affinché tutto il mondo si unisca a noi”, ha detto la star locale.

Sono state sostenute critiche globali al Qatar per il suo record di diritti umani, compreso il trattamento riservato ai lavoratori migranti, alle persone LGBTQ e alle donne.

Su una nota meno seria, diversi personaggi dello sport e dei media hanno notato quanto sia stato sorprendente per Freeman giocare un ruolo centrale nell’evento del Qatar, dato il suo ruolo precedente con la rivale statunitense.

“Mi stavo quasi chiedendo se Morgan Freeman fosse un agente dormiente del Qatar quando ha rovinato la sua presentazione a Zurigo per la candidatura alla Coppa del Mondo degli Stati Uniti”, ha scherzato l’analista di calcio della CBS Grant Wahl, per esempio.

Altrove è stato suggerito che il Qatar stesse “trollando” dando a Freeman il concerto.

Più tardi durante la cerimonia, Freeman ha elogiato la capacità del calcio di unire nazioni con culture diverse attorno a un’unica passione.

“Il calcio unisce le nazioni intorno al loro amore per il bel gioco. Ciò che unisce le nazioni unisce anche le comunità “, ha affermato.

Il pubblico ha assistito anche a un’esibizione della pop star sudcoreana Jung Kook. ehi cantato sognatoreuna canzone dalla colonna sonora ufficiale del torneo.

La cerimonia di apertura doveva essere seguita dalla prima partita di Coppa, tra la nazione ospitante e l’Ecuador.

Originariamente pubblicato come Coppa del Mondo FIFA: cerimonia di apertura con titolo, in qualche modo ironico, di Morgan Freeman

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *