Elon Musk promette di reintegrare Donald Trump su Twitter dopo il sondaggio

Elon Musk ha confermato che ripristinerà l’account Twitter dell’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump dopo aver messo ai voti la decisione.

Il controverso sondaggio è iniziato sabato (AEDT) e ha visto circa il 52% votare sì, dopo che Musk ha affermato che il sondaggio riceveva 1 milione di voti all’ora.

“Affascinante guardare il sondaggio Trump su Twitter!”, ha twittato Musk.

Il miliardario ha seguito con una frase latina “Vox Populi, Vox Dei”, tradotta approssimativamente in “la voce del popolo è la voce di Dio”.

Musk ha detto a maggio che avrebbe preso in considerazione il divieto indefinito di Trump su Twitter, dopo essere stato sospeso nel gennaio 2021 a seguito dell’insurrezione di Washington DC.

Il miliardario tecnologico ha anche affermato che il sondaggio è stato attaccato da “eserciti di bot e troll”.

“L’attacco del bot è impressionante da guardare!” ha detto in un tweet.

“Gli eserciti di bot e troll potrebbero presto esaurirsi. Alcune lezioni interessanti per ripulire i sondaggi futuri”.

La scorsa settimana, Trump ha annunciato la sua terza inclinazione alla Casa Bianca, confermando le voci che si candiderà alla presidenza nel 2024.

Martedì sera, ora locale in Florida, Trump ha presentato documenti alla Commissione elettorale federale.

“Signore e signori, il ritorno dell’America inizia proprio ora”, ha detto tra gli applausi mentre parlava alla folla al resort di Mar-a-Lago in Florida.

“Tre anni fa, quando ho lasciato l’incarico… la nostra nazione era all’apice del potere e del prestigio. Avanzando verso il futuro, fiducioso e così forte “, ha detto.

“Tutti stavano prosperando come mai prima d’ora.”

Il sondaggio arriva dopo che Musk ha annullato i divieti permanenti di Twitter nei confronti della comica Kathy Griffin, dell’autrice Jordan Peterson e del sito web di notizie satiriche conservatori Babylon Bee.

Peterson è stato sospeso dopo che l’attore di misgender Elliot Page e Babylon Bee è stato bandito per aver falsificato un ammiraglio del Corpo commissionato dal servizio sanitario pubblico degli Stati Uniti, Rachel Levine.

Kathy Griffin è stata bandita il 7 novembre dopo aver cambiato il suo nome in Elon Musk e aver impersonato il miliardario sulla piattaforma.

L’ultima mossa di Musk segue la decisione di 1200 dipendenti di Twitter di abbandonare la piattaforma dopo che il fondatore di Tesla ha licenziato quattro alti dirigenti e metà dei 7500 dipendenti.

Venerdì il nuovo proprietario di Twitter ha scritto un promemoria ai restanti dipendenti “che effettivamente scrivono software” per fornire un riepilogo puntato di “ciò che il tuo codice ha ottenuto negli ultimi sei mesi”.

“Prima di farlo, inviami un’e-mail con un riepilogo puntato di ciò che i tuoi commit di codice hanno ottenuto negli ultimi 6 mesi”, si dice che l’e-mail abbia detto.

“Queste saranno brevi interviste tecniche che mi permetteranno di comprendere meglio lo stack tecnologico di Twitter”.

Musk ha detto che avrebbe videochiamato gli ingegneri che lavoravano da remoto ma “se possibile, ti incoraggerei a volare a San Francisco per presentare di persona”.

Zoe Schiffer, il caporedattore di Platformer che ha dato la notizia, ha affermato che al personale è stato detto di fornire al signor Musk 10 screenshot delle loro “linee di codice più salienti”.

La signora Schiffer ha sottolineato che molti ingegneri hanno lasciato Twitter dopo l’acquisizione.

Pertanto, c’è meno personale per mantenere attivo il sito.

Continuando il suo tema di disapprovazione del personale che lavora da casa, Musk ha affermato che potrebbe effettuare videochiamate con ingegneri che lavorano da remoto, ma solo per coloro “che non possono raggiungere fisicamente il quartier generale di Twitter”.

“Se possibile, ti incoraggerei a volare a San Francisco per presentare di persona.”

Il signor Musk ha detto che sarebbe stato in ufficio fino a mezzanotte di venerdì.

La scorsa settimana, il signor Musk ha inviato un’e-mail al personale rimanente dicendo che “Twitter 2.0” sarebbe stato “estremamente hardcore” e se non volevano “lavorare per lunghe ore ad alta intensità”, avrebbero dovuto indicare che volevano andarsene entro Giovedì.

Il personale era stato invitato a fare clic su un collegamento per dichiarare di accettare le condizioni punitive da lui stabilite per “Twitter 2.0”.

Se non avessero fatto clic sul collegamento entro giovedì, ha detto che si sarebbero effettivamente dimessi e avrebbero ricevuto tre mesi di indennità di licenziamento.

Originariamente pubblicato come Elon Musk giura di annullare il divieto di Donald Trump dopo il sondaggio di Twitter

Leggi argomenti correlati:Donald Trump

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *