Mondiali in Qatar: la chiusura di Twitter ha il 50% di possibilità, Elon Musk sull’orlo del “fallimento catastrofico”

La Coppa del Mondo in Qatar sarà probabilmente l’ultima goccia che fa traboccare la schiena a Twitter, secondo un rapporto bomba.

Con il mondo a poche ore dalla cerimonia di apertura della Coppa del Mondo, un insider si è fatto avanti per rivelare che il gigante dei social media da 66 miliardi di dollari ha una possibilità “50-50” di crollare durante il torneo.

Il proprietario del miliardario canaglia Elon Musk ha già licenziato in modo aggressivo migliaia di dipendenti in tutto il mondo, che finora rappresentano circa la metà della forza lavoro di Twitter.

Le cose si stanno facendo disperate nell’azienda di social media. Il New York Times ha riferito che altri 1200 dipendenti se ne andranno.

Stanno per peggiorare molto, ha detto un insider I Guardiani con la Coppa del Mondo che ha portato a un drammatico aumento del traffico.

Riproduci in streaming oltre 50 sport in diretta e su richiesta con Kayo. Nuovo a Kayo? Inizia ora la tua prova gratuita >

L’ex dipendente si è fatto avanti per dire al mondo che c’è una possibilità molto reale che Twitter sarà offline a un certo punto durante il torneo di 29 giorni.

L’ex dipendente stima inoltre che ci sia una probabilità del 90% che gli utenti di Twitter subiscano guasti e notino anomalie.

La fonte ha detto: “È probabile che abbia difficoltà con il traffico al calcio d’inizio e potrebbe bloccarsi.

“Se siamo fortunati, si riprenderà con un’interruzione minima.”

È un altro mal di testa della Coppa del Mondo di cui l’Australia non aveva bisogno dopo che la Coppa del Mondo 2018 in Russia è stata contaminata dai flop di Optus che hanno portato centinaia di migliaia di persone a non poter guardare le partite.

È anche un altro grosso grattacapo per il torneo sotto tiro che sta emergendo come la Coppa del Mondo più controversa mai disputata.

Ci sono state proteste diffuse, anche da parte dei Socceroos, contro le violazioni dei diritti umani della nazione del Golfo. Gli stadi utilizzati per il torneo sono stati costruiti con un costo di 6500 vite umane.

È anche emerso che il Qatar ha vietato la vendita di bevande alcoliche negli otto stadi della Coppa del Mondo, in un drammatico salto mortale all’indietro che è stato descritto come “un deliberato fottiti a ovest”.

La pericolosa posizione di Twitter potrebbe essere esattamente ciò che il torneo sta cercando: qualcos’altro verso cui il mondo possa rivolgere la sua furia.

Dopo l’acquisizione di Musk, fino alla metà della forza lavoro è stata licenziata, i dirigenti senior sono stati mandati a fare i bagagli, il personale è stato licenziato per aver criticato il nuovo CEO e nuove funzionalità controverse sono state rapidamente introdotte agli utenti e altrettanto rapidamente abbandonate.

Secondo quanto riferito, l’elenco dei dipendenti in esubero include personale di codifica critico che avrebbe aiutato a gestire il picco di traffico durante la Coppa del Mondo.

Tutti i cambiamenti hanno lasciato la Coppa del Mondo in gran parte senza protezione, secondo l’insider, che afferma di non essere a conoscenza di alcun piano di emergenza messo in atto per affrontare i “punti caldi” del traffico.

“Il traffico diventa molto agitato durante i grandi eventi, quindi qualsiasi gioco importante o chiamata controversa provocherà un aumento improvviso del traffico e l’infrastruttura dovrebbe assorbire l’impatto”, ha affermato l’ex dipendente.

“In altre circostanze ci sarebbero molte persone che guardano le cose e si assicurano che tutti gli hotspot vengano risolti”.

Musk ha ammesso in un post su Twitter che gli utenti al di fuori degli Stati Uniti stavano già riscontrando problemi di ritardo.

Ci sono timori che siano solo pochi giorni prima che il resto del mondo sia immerso nello stesso caos.

Robert Graham, un veterano imprenditore della sicurezza informatica, ha detto alla ABC che sembra che Musk stia per “far saltare in aria Twitter”.

“Non vedo come le luci non si spengano da un momento all’altro.”

L’analista del settore dei social media Matt Navarra ha pubblicato su Twitter le ultime informazioni che suggeriscono che il picco della Coppa del Mondo si tradurrà in un “fallimento catastrofico”.

L’esperto di business sportivo Mark J. Burns ha anche pubblicato: “Twitter ha registrato 115 MILIARDI di impressioni sulla Coppa del mondo nel 2018. La Coppa del mondo di quest’anno potrebbe essere ciò che effettivamente rompe Twitter tra i problemi attuali dell’azienda”.

Nel frattempo, in mezzo al caos, gli inserzionisti stanno fuggendo e le autorità di regolamentazione statunitensi stanno girando in tondo.

Musk questa settimana ha inviato una nuova e criptica e-mail alla sua forza lavoro su Twitter in calo.

Inviata venerdì e diretta a “chiunque scriva effettivamente software”, la bizzarra richiesta di mettersi in fila e presentargli il proprio lavoro arriva mentre le cose si fanno disperate per l’azienda di social media.

Ma Musk rimane ottimista come sempre con il nuovo proprietario che ha commentato venerdì che sta valutando la possibilità di ripristinare l’account Twitter dell’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

“La nuova politica di Twitter è la libertà di parola, ma non la libertà di raggiungere”, ha detto venerdì.

La scorsa settimana, Musk ha inviato un’e-mail al personale rimanente dicendo che “Twitter 2.0” sarebbe stato “estremamente hardcore” e se non volevano “lavorare per lunghe ore ad alta intensità”, avrebbero dovuto indicare che volevano andarsene.

Originariamente pubblicato come Twitter ha “50-50” possibilità di “fallimento catastrofico” durante la Coppa del Mondo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *