Tre takeaway dalla vittoria dell’USC sull’UCLA

Il momento era in preparazione da due anni, ma coloro che prestavano molta attenzione alla pratica della USC avrebbero saputo che era stato prefigurato giorni prima.

Per Korey Foreman, la sua seconda stagione era stata tutt’altro che tranquilla fino a quel momento. Sperando in un nuovo inizio dopo un frustrante anno da matricola, l’ex prospettiva a cinque stelle ha invece giocato solo un piccolo ruolo in una difesa che aveva un disperato bisogno di passanti.

La scorsa settimana, prima di giocare all’UCLA, Foreman è entrato in copertura durante l’allenamento e ha tirato giù un’intercettazione. Dopo lo spettacolo, la sicurezza Bryson Shaw gli si è avvicinata con un messaggio.

“Mettiamolo in gioco adesso”, gli disse Shaw.

Avanti veloce a sabato, con Foreman che guarda l’orologio nel quarto quarto di sabato, l’UCLA guida mentre è sotto di tre contro l’USC, con 1:32 rimasto da giocare.

“Sapevo solo che in quel momento doveva essere fatto un gioco”, ha detto Foreman. “Mi stavo solo dicendo, facciamolo proprio qui, adesso.”

È passato alla copertura, guardando Dorian Thompson-Robinson dell’UCLA mentre passava da una lettura all’altra. Il running back dell’UCLA Zach Charbonnet era coperto. Thompson-Robinson non aveva iniziato a correre. Così Foreman è tornato verso il centro del campo, dove il quarterback dell’UCLA stava guardando verso il ricevitore Kazmeir Allen.

Foreman ha saltato la via. Ha tirato giù l’intercettazione vincente, la più grande giocata della sua carriera. Poco dopo, ha cercato Shaw.

“Korey non se ne è dimenticato”, ha ricordato Shaw. “È venuto da me negli spogliatoi e mi ha detto: ‘Te l’avevo detto. Te l’avevo detto.'”

Per tutta la stagione, gli allenatori avevano detto a Foreman di essere paziente, di concentrarsi sul miglioramento una settimana alla volta. Alla fine, l’approccio ha dato i suoi frutti.

“Ha lavorato sodo dietro le quinte e [he’s] un ottimo esempio di “non preoccuparti di aspettative esterne o di ciò che pensano gli altri, non importa”. Continui a lavorare per migliorare e le cose belle accadono.

Ecco altri tre risultati della vittoria della rivalità 48-45 dell’USC sull’UCLA:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *