Il cinese Xi Jinping fa lezione a Justin Trudeau al G20 su presunte fughe di notizie



Cnn

Il leader cinese Xi Jinping è stato catturato dalle emittenti canadesi in un raro momento di sincerità mercoledì, dove è stato filmato mentre rimproverava la sua controparte canadese, il primo ministro Justin Trudeau, per quelle che ha descritto come discussioni “trapelate”.

A margine del vertice del G20 in Indonesia, Xi ha chiacchierato con Trudeau in mandarino sorridendo. Ma la traduzione inglese di ciò che ha detto è stata un po’ meno amichevole.

“Tutto ciò di cui abbiamo discusso è trapelato ai giornali e questo non è appropriato”, ha detto il traduttore di Xi.

Trudeau annuisce e Xi parla di nuovo. “E non è così che è stata condotta la conversazione”, ha detto il traduttore.

“Se c’è stata sincerità da parte tua, condurremo la nostra discussione con un atteggiamento di rispetto reciproco, altrimenti potrebbero esserci conseguenze imprevedibili”, dice Xi al leader canadese in mandarino.

Il traduttore di Xi tenta di tradurre ciò che è stato detto, arrivando solo a “Se ci fosse sincerità da parte tua”, prima di essere interrotto da Trudeau.

“In Canada crediamo in un dialogo libero, aperto e franco”, ha detto Trudeau, aggiungendo “continueremo a lavorare insieme in modo costruttivo, ma ci saranno cose su cui non saremo d’accordo”.

“Creiamo prima le condizioni”, ha detto il traduttore a nome di Xi nel video. Il leader cinese quindi stringe la mano a Trudeau e si allontana con il suo entourage.

Lo scambio offre un raro assaggio di come Xi, le cui apparizioni pubbliche sono altamente coreografate, interagisce con altri leader.

Non tutte le conversazioni saranno “facili”, ha detto Trudeau mercoledì, secondo una dichiarazione rilasciata alla stampa dopo lo scambio.

“Ma è estremamente importante che continuiamo a difendere le cose che sono importanti per i canadesi. Questo è qualcosa che facciamo sempre e continueremo a farlo”, ha detto Trudeau.

Alla domanda sull’incidente, il ministero degli Esteri cinese ha affermato che il Canada dovrebbe “creare le condizioni con azioni concrete” per migliorare i legami con Pechino.

“La Cina non ha problemi con le conversazioni sincere, ma vorremmo che queste conversazioni fossero svolte in modo equo e con rispetto reciproco, invece di puntare il dito con condiscendenza”, ha detto giovedì la portavoce del ministero Mao Ning. “Per quanto riguarda le difficoltà nelle recenti relazioni bilaterali Cina-Canada, è chiaro che le responsabilità non sono della Cina”.

Mao ha anche respinto le caratterizzazioni dell’osservazione di Xi come una minaccia, aggiungendo che il video non dovrebbe essere interpretato come una critica di Xi a nessuno.

Lo scambio tra i due leader arriva mentre Xi cerca di riaffermare l’influenza globale della Cina al vertice dell’isola di Bali dopo quasi tre anni di assenza dalla scena mondiale.

Le relazioni della Cina con gli alleati degli Stati Uniti si sono deteriorate a vari livelli negli ultimi anni, a causa delle crescenti tensioni geopolitiche, delle controversie sul commercio e delle origini della pandemia di Covid-19, nonché della crescente partnership di Pechino con Mosca, nonostante la guerra della Russia contro l’Ucraina.

Xi ha cercato di ristabilire le relazioni durante l’incontro al vertice con il presidente degli Stati Uniti Joe Biden lunedì. Ha anche tenuto colloqui formali con i leader di Australia, Francia, Paesi Bassi, Sud Africa, Spagna, Senegal, Argentina, Indonesia e Corea del Sud.

Al Canada non è stato concesso un simile incontro e l’affronto potrebbe riguardare le relazioni instabili del paese da quando il dirigente senior di Huawei Meng Wanzhou è stato arrestato in Canada nel 2018. Due canadesi sono stati arrestati nove giorni dopo in Cina. Tutti e tre sono stati rilasciati nel 2021.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *