L’Ecuador smorza la festa del Qatar all’inizio della controversa Coppa del Mondo


Al Khor, Qatar
Cnn

Nell’ultimo anno, un gigantesco orologio a Doha ha fatto il conto alla rovescia per la partita di apertura della Coppa del Mondo. Il Qatar e il mondo non devono più aspettare, dopo che questo controverso torneo è iniziato domenica con la sconfitta per 2-0 dei padroni di casa contro l’Ecuador.

Dopo una spettacolare cerimonia di apertura, alla quale hanno partecipato attori del calibro di Hollywood Morgan Freeman e la star dei BTS Jung Kook, lo sport stesso è finalmente salito al centro della scena dopo essere stato messo in ombra da questioni fuori dal campo durante la preparazione.

Non è stato il risultato che molti in Qatar avrebbero sperato. Il padrone di casa sembrava nervoso e ha lottato contro un’opposizione in possesso di esperienza e qualità. In verità, la partita era quasi finita all’intervallo, con l’Ecuador comodamente in vantaggio per 2-0 grazie alla doppietta di Enner Valencia.

Tutta l’eccitazione pre-partita si è lentamente esaurita dallo stadio nel secondo tempo e c’erano notevolmente più posti vuoti poiché alcuni tifosi sembravano averne avuto abbastanza.

Più ci avvicinavamo al calcio d’inizio di domenica a Doha, più i fan in questa città diventavano entusiasti. Un magnifico spettacolo pirotecnico ha illuminato il cielo sabato sera e i social media sono esplosi con i qatarini che hanno reso noto il loro entusiasmo per ospitare uno dei più grandi eventi sportivi.

Negli ultimi giorni, i fan di tutto il mondo si sono riuniti nelle piazze del centro di Doha per cantare, cantare e sventolare le loro bandiere nazionali, creando un’atmosfera fantastica.

Lo spirito del festival è continuato il giorno della partita, dal centro della città al nuovo stadio Al Bayt, che ha ospitato la partita di apertura di questa storica Coppa del Mondo, la prima disputata in Medio Oriente.

La gente guarda i fuochi d'artificio che si spengono prima dell'inizio della Coppa del mondo allo stadio Al Bayt.

A volte, è sembrato come qualsiasi altro grande torneo internazionale, ma la preparazione di questo evento è stata, ovviamente, diversa da qualsiasi altro.

Gli scandali di corruzione hanno afflitto la FIFA, l’organo di governo del calcio mondiale, dopo aver assegnato il torneo al Qatar nel 2010, sebbene i funzionari del Qatar abbiano precedentemente “negato con forza” alla CNN le accuse di corruzione che hanno circondato la sua candidatura.

Per oltre un decennio, e sempre di più con l’avvicinarsi del calcio d’inizio, la costruzione pre-torneo si è concentrata sulla situazione dei diritti umani del paese, dalla morte dei lavoratori migranti e le condizioni che molti hanno dovuto sopportare in Qatar, così come le sue leggi LGBTQ e il ruolo delle donne nella sua società. Anche il divieto dell’ultimo minuto di alcolici negli stadi della Coppa del Mondo ha fatto notizia in tutto il mondo.

L’eccezionale conferenza stampa del presidente della FIFA Gianni Infantino alla vigilia della partita di apertura ha dimostrato quanto poco siano emersi finora i problemi sul campo.

Il capo della FIFA si è rivolto a centinaia di giornalisti a Doha, sabato, e ha iniziato la conferenza stampa con un discorso di quasi un’ora, durante il quale ha accusato i critici occidentali di ipocrisia e razzismo.

Coloro che sono coinvolti nel torneo hanno dovuto affrontare molte critiche. Il cantante colombiano Maluma, che compare nell’inno ufficiale della Coppa del Mondo, è uscito da un’intervista alla televisione israeliana quando è stato interrogato sulla situazione dei diritti umani nello stato del Golfo.

La stessa cerimonia di apertura si è concentrata fortemente sull’unità, con esibizioni che hanno fatto un cenno a tutti i paesi che partecipano al torneo di quest’anno.

Mentre l’attenzione prima della partita era inevitabilmente rivolta alla nazione ospitante, anche gli avversari del Qatar avevano una storia da raccontare poiché il suo posto nel torneo è stato confermato solo poche settimane fa dopo essere stato coinvolto in una disputa legale con i rivali del Cile.

Era incentrato sull’idoneità di Bryon Castillo che, sostenevano i rivali, non era idoneo a rappresentare l’Ecuador per le affermazioni di essere nato in Colombia. Il caso è stato deferito alla Corte Arbitrale dello Sport, che ha ritenuto Castillo idoneo ma, nonostante ciò, non è stato inserito nella rosa della Coppa del Mondo della sua nazione per Qatar 2022. Nella proiezione di domenica, non sembra che la squadra manchi Castillo.

Il Valencia segna alle spalle del portiere del Qatar Saad Al Sheeb per il primo gol dell'Ecuador.

Pochi minuti dopo l’inizio della partita, i rumorosi tifosi ecuadoriani stavano festeggiando dopo che sembrava che la loro squadra fosse passata in vantaggio. Il Valencia ha segnato di testa da distanza ravvicinata, ma il Video Assistant Referee (VAR) ha ritenuto che il Valencia fosse in fuorigioco e ha annullato il gol.

Ma pochi minuti dopo, le magliette gialle festeggiano di nuovo quando il Valencia porta in vantaggio la sua squadra dal dischetto. Il portiere Saad Al Sheeb aveva commesso un fallo sull’attaccante mentre tentava di superarlo.

Il capitano ha raddoppiato il suo bottino prima della fine del primo tempo, dirigendo un colpo di testa nell’angolo inferiore mentre il Qatar sembrava a corto di fiducia e fiducia.

Ora che l’azione è in corso, gli organizzatori sperano che l’attenzione si allontani dai diritti umani e da altre questioni fuori dal campo. Ma, in verità, l’eredità di questo torneo non sarà determinata sul campo. Invece, sarà deciso da un vero cambiamento e dal miglioramento della vita delle persone che hanno contribuito a realizzarlo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *