Christian Pulisic non può salvare gli Stati Uniti nel pareggio della Coppa del Mondo con il Galles

L’immagine indelebile della mancata qualificazione della nazionale agli ultimi Mondiali è quella di Christian Pulisic, la divisa macchiata di erba e terra, accovacciato in mezzo al campo con la testa tra le mani per la frustrazione. Di conseguenza, portare gli Stati Uniti in Qatar questo autunno probabilmente ha significato più per Pulisic che per qualsiasi altro giocatore.

“È una delle persone che ha davvero sentito il cuore spezzato nel 2017”, ha detto il portiere Matt Turner.

In un debutto in Coppa del Mondo lunedì che è stato ritardato di quattro anni, Pulisic ha compiuto uno sforzo eroico solo per essere frustrato ancora una volta quando un gol su calcio di rigore nel finale ha permesso al Galles di rubare due punti con un pareggio per 1-1.

“Un po’ deluso per come si è svolta la partita”, ha detto il difensore Walker Zimmerman, il cui fallo in area ha portato al gol di Gareth Bale all’82’. “Essendo in una posizione a meno di 15 minuti dalla fine per portare a termine i tre punti, sembra che avremmo potuto meritare un po’ di più”.

E nessuno meritava un risultato migliore più di Pulisic, il cui passaggio perfettamente ponderato ha liberato Tim Weah per l’unico gol degli Stati Uniti al 36 ‘.

Giocando contro una squadra gallese che era più fisica che raffinata, Pulisic è stato preso a pugni, punito e picchiato. Ma non sarebbe stato abbattuto.

Era urtato, contuso e malconcio. Ma non sarebbe stato battuto.

Legato, sì, ma non picchiato. Ciò lascia ancora agli Stati Uniti un notevole controllo del proprio destino con partite di gruppo contro Inghilterra e Iran in vista.

L’attaccante degli Stati Uniti Tim Weah segna un gol nel primo tempo contro il Galles lunedì.

(Darko Vojinovic/Associated Press)

“Non lo so. Voglio vincere”, ha detto Pulisic quando gli è stato chiesto cosa lo abbia spinto a continuare a sollevarsi dal terreno ben curato dell’Ahmad Bin Ali Stadium, solo per essere abbattuto di nuovo. amo così tanto questa squadra, sono onorato di giocare una Coppa del Mondo per il mio paese.

“Quindi il minimo che posso fare è dargli tutto quello che ho.”

Pulisic avrebbe potuto essere l’unica costante per gli Stati Uniti in quella che si è rivelata una partita a due metà.

Gli americani sono usciti aggressivi, sciamando sulla palla in un primo tempo durante il quale hanno tenuto palla per 30 dei 45 minuti, hanno superato il Galles quasi due a uno e hanno preso l’unico tiro in porta, che Weah ha messo nella parte posteriore del rete. È stato Pulisic a realizzare il gol, prendendo una palla di petto su un passaggio di Josh Sargent vicino al centrocampo e facendo una lunga corsa sul campo rotto prima di spingere in avanti un passaggio per Weah, che ha diviso due difensori in cima all’area poi ha colpito il palla facendo scivolare il portiere gallese Wayne Hennessey.

Gareth Bale esulta dopo aver segnato il gol del pareggio su calcio di rigore contro gli Stati Uniti

Gareth Bale esulta dopo aver segnato il gol del pareggio su calcio di rigore contro gli Stati Uniti

(Ashley Landis/Associated Press)

La stella del Galles Gareth Bale festeggia dopo aver segnato il portiere statunitense Matt Turner su un calcio di rigore all'82° minuto.

La stella del Galles Gareth Bale festeggia dopo aver segnato il portiere statunitense Matt Turner su un calcio di rigore all’82° minuto.

(Darko Vojinovic/Associated Press)

“Suonare con Christian è fantastico”, ha detto Weah. “Nel corso degli anni abbiamo acquisito una connessione. Una volta che ottiene la palla, devo solo correre dietro di loro.

“Lotta per la squadra. Non puoi chiedere niente [more]. Sicuramente un leader”.

Il punteggio ha dato a Weah un gol in Coppa del Mondo in più rispetto a suo padre George, che prima di diventare presidente della Liberia è stato tre volte giocatore africano dell’anno ed ex giocatore mondiale dell’anno. Eppure, nonostante i suoi successi, non ha mai giocato in una Coppa del Mondo.

Gli Stati Uniti non potevano ottenere di più nonostante il loro dominio iniziale. Alcuni nervosismi e stanchezza della serata di apertura tra i giovani americani, combinati con un paio di aggiustamenti nel primo tempo da parte del Galles, hanno permesso ai gallesi di dominare il secondo tempo. Bale alla fine ha trascinato la sua squadra anche quando il suo tiro di sinistro dal dischetto è stato ottenuto da Turner, che ha indovinato correttamente tuffandosi alla sua destra, ma non ne ha mai abbastanza delle sue mani guantate sul tiro per fermarlo.

Il portiere statunitense Matt Turner fa una parata durante il secondo tempo contro il Galles.

Il portiere statunitense Matt Turner fa una parata durante il secondo tempo contro il Galles.

(Francisco Seco/Associated Press)

Turner è stato quasi bruciato di nuovo da Bale nel pieno del tempo di recupero. Dopo che il portiere è scattato bene dalla sua linea per interrompere un contropiede, Bale è corso verso la palla vagante appena dentro la metà campo degli Stati Uniti e ha iniziato a mettere in fila un tiro a porta lontana ma aperta prima che Kellyn Acosta afferrasse il suo compagno di squadra LAFC intorno alle spalle per impedire il sparo.

“Un fallo professionale”, ha detto Zimmerman della rapidità di pensiero di Acosta, che gli è valso un cartellino giallo.

“Ne abbiamo parlato prima della partita: ogni giocata è importante”, ha detto l’allenatore degli Stati Uniti Gregg Berhalter, l’unico americano a giocare e dirigere gli Stati Uniti in una Coppa del Mondo. “Ogni singolo gioco può avere un risultato sul gioco.”

Ciò che conta ora è come gli Stati Uniti rispondono a un pareggio che sembrava un po’ una sconfitta.

“È sicuramente deludente dopo un inizio così buono”, ha detto Pulisic. “Un punto alla prima partita, è meglio di niente. Dobbiamo andare avanti, imparare da questo. È la nostra prima partita di Coppa del Mondo. Ora è solo il momento di concentrarsi sul prossimo”.

Turner ha aggiunto della sfida futura: “Se fosse facile, lo farebbero tutti. Per noi, si sta concentrando sul fatto che è stato un buon inizio. Prendi un punto e vai avanti”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *