Covid: pranzi all’aperto prolungati prima dell’estate, chiusura della quarta ondata di Covid

Il sindaco della città di Sydney Clover Moore sta rendendo più facile per i luoghi di ospitalità tenere le porte aperte mentre una quarta ondata di Covid minaccia di impadronirsi della nazione.

Il consiglio ha già sacrificato 5,7 milioni di dollari di entrate rinunciando alle tasse per i permessi per mangiare all’aperto da maggio 2021.

In scadenza a giugno, sarà ora prorogato di due anni fino a giugno 2025, al costo di 4 milioni di dollari.

Caffè, ristoranti, bar e luoghi culturali possono richiedere un permesso per mangiare all’aperto sul marciapiede o sullo spazio stradale esterno alla loro sede, purché soddisfi i requisiti di ammissibilità.

“Con la minaccia di una nuova ondata di Covid e l’incertezza economica in corso, c’è una continua necessità di incoraggiare i pasti all’aperto”, ha detto la signora Moore durante il suo verbale di sindaco lunedì.

“Dobbiamo continuare a supportare le aziende durante questo periodo e garantire che i pasti all’aperto siano integrati nelle strade di Sydney”.

La signora Moore ha lanciato un avvertimento ai proprietari che potrebbero vedere la rinuncia al canone come un’opportunità per aumentare gli affitti o “favorire ingiustamente” alcuni inquilini.

“I nostri sforzi per aiutare le imprese non dovrebbero essere visti da altri come un’opportunità per aumentare gli affitti o favorire ingiustamente alcuni nella comunità rispetto ad altri”, ha affermato.

Gli esperti sanitari hanno esortato le persone a lavorare da casa dove possono, poiché i casi nel NSW sono raddoppiati in due settimane.

C’erano 27.869 persone in tutto il NSW con diagnosi di Covid-19 nella settimana terminata il 17 novembre.

La scorsa settimana, NSW Health ha cambiato la sua valutazione del rischio Covid-19 da verde ad ambra, mentre i casi di Covid in NSW e Victoria sono raddoppiati in appena due settimane.

Hassan Valley, professore associato di epidemiologia presso la Deakin University, ha dichiarato lunedì che le nuove varianti XBB e BQ.1 stavano guidando i numeri dei casi man mano che diventavano più dominanti.

Ha detto che le persone dovevano iniziare a pensare a “comportamenti preventivi” per ridurre il rischio di contrarre il virus man mano che i casi aumentano.

“Forse questo è anche un punto in cui le persone, dove hanno la flessibilità, dovrebbero lavorare da casa un po’ di più di quello che potrebbe diventare normale”, ha detto.

La scorsa settimana le autorità sanitarie hanno raccomandato ai residenti del NSW di indossare mascherine al chiuso e sui mezzi pubblici se non fosse disponibile il distanziamento sociale.

Anche i residenti del NSW devono indossare mascherine in tutte le aree degli ospedali.

Le autorità sanitarie del NSW, del Queensland, dell’Australia occidentale e dell’ACT hanno fortemente raccomandato di tornare a indossare le mascherine nelle aree pubbliche interne e sui trasporti pubblici, ma hanno evitato di reintrodurre i mandati.

Pubblicato originariamente come La città di Sydney si muove per proteggere i pasti all’aperto mentre la quarta ondata di Covid prende piede

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *