PIL norvegese Q3 2022

L’economia norvegese ha guadagnato terreno nel terzo trimestre del 2022; La crescita del PIL è accelerata all’1,5% in termini destagionalizzati su base trimestrale. L’aumento è stato superiore all’aumento dell’1,3% del trimestre precedente ed è stato in gran parte dovuto al miglioramento dell’industria dei servizi e dell’attività di commercio all’ingrosso. Al contrario, l’economia continentale, che esclude le attività petrolifere e il relativo trasporto marittimo, è cresciuta dello 0,8% su base trimestrale destagionalizzata nel terzo trimestre; pur essendo stata un’espansione più contenuta rispetto all’1,2% del periodo precedente, ha superato le aspettative del mercato.

A livello nazionale, il miglioramento è stato guidato dagli investimenti fissi, che hanno raddoppiato la loro crescita (T3: +0,4% sa t/t; T2: +0,2% sa t/t). Al contrario, i consumi privati ​​sono cresciuti di un modesto 0,5% destagionalizzato su base trimestrale nel terzo trimestre, attestandosi al di sotto dell’aumento del 3,7% registrato nel secondo trimestre. Il miglioramento del mercato del lavoro (tasso di disoccupazione Q3: 3,2%; Q2: 3,3%), insieme alla crescita salariale dello 0,2%, non ha potuto proteggere i consumatori dall’inflazione elevata, che ha eroso il loro potere d’acquisto. Infine, la spesa pubblica è passata a una marginale contrazione trimestrale dello 0,1% (Q2: +0,1% sa t/t).

Sul fronte esterno, le esportazioni di beni e servizi sono aumentate del 5,7% su base trimestrale destagionalizzata nel terzo trimestre, più che raddoppiando l’aumento del 2,8% registrato nel secondo trimestre. Al contrario, la crescita delle importazioni di beni e servizi è scesa al 2,9% (Q2: +5,7% sa t/t). Di conseguenza, il settore esterno ha contribuito per 0,8 punti percentuali alla crescita complessiva, migliorando rispetto al calo di 1,0 punti percentuali del trimestre precedente.

Su base annua, la crescita dell’attività economica totale si è attenuata nel terzo trimestre, attestandosi al 2,5%, inferiore all’aumento del 4,4% del secondo trimestre. Allo stesso modo, la crescita economica continentale è scesa al 2,9% su base annua nel terzo trimestre, rispetto all’aumento del 4,9% del trimestre precedente.

I relatori di FocusEconomics Consensus Forecast vedono il PIL totale in espansione dell’1,5% nel 2023, che è in calo di 0,2 punti percentuali rispetto alle previsioni del mese scorso, e in crescita del 2,1% nel 2024. In termini di PIL continentale, i nostri relatori prevedono una crescita dello 0,9% nel 2023, che è in calo 0,3 punti percentuali dalla stima del mese scorso e 1,6% nel 2024.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *