I leoni si preparano per un assalto dei draghi nei prossimi due mesi



I Lions si stanno preparando ad affrontare i Dragons nella prima delle tre partite in due competizioni nei prossimi due mesi, con la prima partita dello United Rugby Championship (URC) all’Ellis Park domenica pomeriggio.

I Lions ospiteranno quindi la squadra gallese nella loro prima partita di European Challenge Cup il 10 dicembre, prima di affrontarli nuovamente in Galles nella partita di ritorno il 22 gennaio.

Sarà quindi un periodo interessante per le due squadre, ei Lions cercheranno di affermare il loro dominio dall’inizio in casa domenica.

LEGGI ANCHE: Il capo dei Lions è entusiasta di Henco van Wyk: “È il pacchetto completo”

“Stiamo giocando Dragons tre volte in otto settimane, quindi abbiamo fatto la nostra analisi su di loro e continueremo a prepararci nel corso della settimana”, ha detto l’ala dei Lions Edwill van der Merwe.

“Giocare contro di loro tre volte in due competizioni in un breve lasso di tempo sarà una sfida diversa e cercheremo di ottenere risultati positivi in ​​entrambe le competizioni.

“I Dragons sono una squadra di qualità e hanno giocato molto meglio in questa stagione, soprattutto rispetto alla scorsa stagione, quindi non vediamo l’ora della partita e di una buona stagione.

Stile simile

Sia i Lions che i Dragons giocano uno stile di rugby simile, con entrambe le parti desiderose di far correre la palla quando possono, quindi con una partita secca domenica, i fan potrebbero godersi una festa di running rugby.

“Sono una squadra che ama far correre la palla e amano anche i calci d’attacco, quindi ci aspettiamo una buona partita di rugby di corsa. Anche questo è qualcosa che vogliamo fare, quindi domenica sarà una bella partita”. ha spiegato Van Der Merwe.

“Cercheremo di accelerare il gioco, ma penso che la cosa più importante sia che abbiamo bisogno di guadagnare il dominio della linea con alcuni forti trasporti sia da avanti che da dietro, che ci aiuteranno a costruire lo slancio e da lì ad accelerare il gioco.

“Quindi in primo luogo vogliamo vincere la battaglia fisica, ed è nel nostro DNA essere una squadra fisica, quindi dobbiamo portarla nel fine settimana e poi possiamo prenderla da lì”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *