Il capogruppo del primo ministro italiano Meloni ha fatto esplodere il riferimento biblico “l’omosessualità è un abominio”.

Una polemica è scoppiata mercoledì in Italia quando un parlamentare di destra ha delineato la sua opposizione al matrimonio tra persone dello stesso sesso e ha affermato che la Bibbia considera l’omosessualità “un abominio”.

Lucio Malan, 62 anni, è il capogruppo al Senato di Fratelli d’Italia, un partito nazionalista guidato da Giorgia Meloni, eletta primo ministro italiano a settembre.

Il politico torinese lo ha commentato martedì alla trasmissione di Rai Radio 1 ‘Un giorno da pecora’ dopo essersi confrontato sul suo rifiuto sia del matrimonio tra persone dello stesso sesso sia su un disegno di legge contro l’omofobia che il Senato ha bocciato lo scorso ottobre.

“IO [was] contro il disegno di legge”, ha detto, descrivendo la sua decisione di unirsi ai conservatori della linea dura di Meloni l’anno scorso dopo aver lasciato la forza moderata di Forza Italia di Berlusconi – parte dell’ex governo della grande tenda di Draghi – perché doveva “rimanere in linea… .che era troppo vicino alla sinistra politica”.

I presentatori dello spettacolo hanno ulteriormente sondato Malan, che è un membro della Chiesa evangelica valdese – una piccola denominazione protestante del nord Italia storicamente perseguitata con una visione liberale delle questioni sociali – sul motivo per cui si sarebbe opposto al matrimonio tra persone dello stesso sesso, nonostante la sua stessa chiesa accettazione delle relazioni gay.

“Non siamo obbligati a obbedire [the church]”, ha risposto. “La chiesa evangelica valdese… è fondata sulla Bibbia e non sulla sua gerarchia”.

“[The Bible] dice che l’omosessualità è un abominio e una serie di altre cose”, ha aggiunto, riferendosi a un versetto dell’Antico Testamento (Levitico 18:22).

I commenti di Malan hanno suscitato un furore che ha unito la frammentata opposizione italiana, generando risposte critiche dalla maggior parte dei partiti, dalle associazioni LGBTQ e persino dai teologi cattolici.

“In qualsiasi Paese occidentale, Malan sarebbe già stato rimosso dal suo ruolo di capogruppo dal segretario del partito”, ha twittato martedì mattina Carlo Calenda, leader del centrista Azione.

Il capogruppo populista del Movimento Cinque Stelle al Senato, Barbara Floridia, ha descritto le osservazioni di Malan come “spregevoli” e “sconcertanti”.

Alessandro Zan, deputato di centrosinistra e autore del fallimentare disegno di legge antiomofobia in questione, si è poi chiesto se quella di Malan fosse “anche la posizione di Giorgia Meloni e del partito di punta del governo”.

La stessa Meloni non ha ancora commentato la polemica. Il primo ministro dal viso fresco condivide l’opposizione di Malan al matrimonio tra persone dello stesso sesso per motivi legali, ma ha ripetutamente denunciato l’omofobia nel corso della sua carriera.

In risposta alle proteste, il senatore di Fratelli d’Italia ha ritwittato un commento su Twitter che implicava che le sue parole fossero estrapolate dal contesto e affermava che stava semplicemente citando la Bibbia.

Ma un accademico cattolico ed esperto biblico, Alberto Maggi, ha persino contestato la presunta inesattezza teologica e storica delle osservazioni di Malan.

“Il termine ‘omosessualità’ non esiste nella Bibbia”, ha detto. “I versetti del Levitico spesso citati non trattano dell’omosessualità… [talk about] non ha nulla a che fare con la sessualità individuale, ma piuttosto con la questione della procreazione, che era molto importante in quella cultura”.

Il clamore pubblico per la dichiarazione di Malan rappresenta uno di una lunga serie di controversie legate all’omofobia che coinvolgono Fratelli d’Italia, una forza politica che è spesso accusata di ospitare neofascisti. Nel 2013, il partito è stato criticato per un video provocatorio rilasciato dai suoi candidati in Veneto, mentre una Meloni incinta nel 2016 ha dichiarato pubblicamente che avrebbe “preferito” non avere un figlio gay.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *