NBA Ben Simmons fischiato in cambio di Philadelphia con Brooklyn Nets, risultati in diretta, statistiche

I fan nella città dell’amore fraterno non mostrano pietà per l’ex 76er, 520 giorni dopo aver giocato la sua ultima partita per la squadra in una disastrosa sconfitta ai playoff che ha portato Simmons a rinunciare alla stagione successiva e costringerlo a uno scambio a Brooklyn.

HT – BKN 57-63 PHI

Simmons è leggermente sbiadito nel secondo quarto, anche se è stato ancora fischiato ogni volta che ha toccato la palla.

Il più grande boato della serata è arrivato finora quando il 76er Georges Niang è stato valutato per un flagrante fallo per aver urtato Simmons.

L’australiano ha segnato uno dei due tiri liberi risultanti mentre la folla ha iniziato a cantare: “Ben, fai schifo!”

La difesa di Brooklyn perdeva all’inizio, anche se Simmons ha effettuato uno stop tanto necessario con un grosso blocco che ha portato a una schiacciata dall’altra parte, mettendo momentaneamente a tacere la folla.

Anche il rimanente australiano Matisse Thybulle di Philadelphia – che finora è stato bloccato in panchina in questa stagione – ha visto un po’ di tempo per i 76ers shorthanded.

Lo specialista difensivo ha subito inchiodato un corner tre dopo essere entrato in partita ma poi ne ha sbagliati altri due.

Q2 – 9.05 – BKN 30-40 PHI

L’ex allenatore della NBA Stan Van Gundy sta giocando una partita pericolosa con i fan dei 76ers.

Dice che non l’hanno dato abbastanza a Ben.

“Sì, gli uccelli fischi, ma mi aspettavo di meglio da Philly, onestamente”, ha detto l’ex allenatore della NBA Stan Van Gundy durante la chiamata.

“Questi fischi non sono così forti, non sono così prolungati, questa non è una buona notte per i Sixer per quanto riguarda i fischi.

“È stato debole.”

Buona fortuna per uscire dal Wells Fargo Center, Stan.

QT-BKN 26-33 PHI

I fischi della folla non si sono estesi all’ex 76er Seth Curry, anch’egli ceduto a Brooklyn con Simmons all’inizio di quest’anno.

L’australiano ha aggiunto quattro punti e quattro assist nel primo quarto, ma i Nets sono svaniti dopo un inizio caldo e sono stati sotto 26-33 all’intervallo.

Dopo un breve periodo in panchina, Simmons è tornato in campo per l’ultima giocata del primo quarto, provocando ancora una volta i canti “f *** Ben Simmons”. La partita al Wells Fargo Center non è stata proprio un tutto esaurito, con molti posti liberi sparsi per lo stadio un martedì sera a Filadelfia.

Q1 – 7.39 – BKN 12-7 PHI

Ben viene fischiato rauco ogni volta che tocca la palla.

Un inizio caldo dei Nets ha tolto un po’ d’aria all’edificio.

I 76ers sono stati costretti a chiamare un rapido time-out sotto 2-10, spingendo la folla a scoppiare in canti di “f *** Ben Simmons”.

Sarà una lunga notte da sopportare per lui, ma l’australiano è stato bloccato presto, preparando i suoi compagni di squadra con diversi passaggi furbi in transizione.

La folla si è alzata in piedi quando Simmons ha lanciato un tiro facile ma ha subito un fallo.

In un enorme impulso alla sua fiducia, ha prosciugato con calma due tiri liberi, nonostante i fischi assordanti.

11:25 – PRE PARTITA

Simmons è apparso di buon umore prima della soffiata, stringendo la mano ai fan seduti a bordo campo e agli ex compagni di squadra, tra cui l’australiano Matisse Thybulle.

Ma ha affrontato gli scherni della folla mentre perdeva colpi durante il riscaldamento, ed è stato poi fischiato senza pietà quando sono stati introdotti i Nets.

Prima della partita, il codice di condotta dell’NBA veniva visualizzato in modo ben visibile sui grandi schermi intorno al Wells Fargo Center, minacciando i fan di espulsione o arresto se si fossero impegnati in “comportamenti dirompenti” come l’uso di “linguaggio volgare o offensivo”.

Ha affermato che i 76ers volevano offrire “un’esperienza sportiva e di intrattenimento sicura, confortevole e divertente”.

COSTRUIRE

Parlando alla sparatoria dei Nets prima della partita di mercoledì (AEST), Simmons ha affermato di non potersi preoccupare di come i fan notoriamente appassionati di Philadelphia si siano sentiti riguardo alla sua uscita dalla squadra in cui ha giocato le prime quattro stagioni della sua carriera NBA.

“Alla fine della giornata, non sono qui per rendere tutti felici”, ha detto.

“Abbiamo condiviso molti bei momenti qui, molti alti e bassi. È qui che sono diventato un uomo, mi sento, quindi ho sempre avuto molto rispetto per Philly… È una base di fan speciale e ho molto amore per Philly”.

A marzo, dopo che Simmons è stato ceduto a Brooklyn, è tornato a Filadelfia infortunato ed è stato preso di mira da canti di “f *** Ben Simmons” mentre sedeva in panchina.

L’allenatore dei Nets Jacque Vaughn ha detto che la partita di mercoledì sarà “probabilmente l’ambiente più ostile in cui si troverà mai”.

“Superare questo ostacolo sarebbe monumentale per dove si trova adesso e tornare alla forma a cui vuole tornare”, ha detto.

Vaughn ha detto che Simmons “dovrebbe abbracciarlo, goderselo”.

“Questo fa parte dello sport. Philly ha grandi fan “, ha detto l’allenatore dei Nets.

“Quello che voglio vedere è che i suoi compagni di squadra gli diano le spalle, lo abbraccino, si godano questo momento”.

Ma Philadelphia sarà senza il centro infortunato Joel Embiid, privando Simmons della possibilità di confrontarsi con il suo ex compagno di squadra, anche se ha detto: “I tifosi compenseranno”.

Charles Winrow, fan da una vita dei 76ers, ha dichiarato di essere venuto al gioco “appositamente per fischiare” Simmons.

“Ho pensato che fosse un male che avesse lasciato la città, lasciato la squadra e l’organizzazione, e non si è preso alcuna responsabilità. Andava bene se giocava male, lo accettiamo, ma ha lasciato con noi “, ha detto.

“Volevo che stesse bene, era uno dei miei ragazzi preferiti, ma ora è mio nemico”.

Alex Canner si è detto deluso dal fatto che una serie di infortuni alla formazione titolare di Philadelphia potrebbe smorzare la folla per il ritorno di Simmons.

“Pensavo che lo avrebbero fatto fino a quando la squadra non è crollata nell’ultima settimana o due”, ha detto.

“Spero ancora che la gente esca per questo.”

Il suo amico Steven Lewis ha concordato, dicendo: “Tutti ci aspettiamo di perdere ma ci divertiremo a fischiare”.

“Lo odiamo tutti. Ad alcune persone potrebbe ancora piacere, ma in pratica ha lasciato la squadra, quindi riceverà molti fischi “, ha detto.

Simmons ha rivelato di non aver parlato con Embiid dopo aver individuato gli errori dell’australiano sulla scia del tracollo della semifinale della Eastern Conference lo scorso anno.

“Abbiamo avuto molti momenti salienti, ci siamo divertiti molto. Ho molto amore per Jo”, ha detto.

“Ovviamente non ha funzionato ma è la vita, non tutto funziona a tuo favore. Gli auguro il meglio, ovviamente non un campionato contro di noi, ma il meglio.

“Non sei bravo con tutti, non mandi messaggi a tutti – penso che ci siano alcune persone con cui non parli sempre. Ho degli amici con cui non parlo sempre, ma siamo comunque a posto. Ma è così che è andata la vita”.

A marzo, è stata richiesta una sicurezza extra per circondare Simmons a Filadelfia e la collega australiana Patty Mills ha dichiarato di essere stato al fianco del suo compagno di squadra per tutta la partita.

“È stata una corsa al culo dal momento in cui abbiamo lasciato l’hotel”, ha detto a ESPN.

“Dovevamo uscire dall’hotel in un’altra direzione, poi la gente ha seguito il nostro autobus”.

Ma Simmons ha detto ai giornalisti mercoledì: “Sono così entusiasta di giocare. Non vedo l’ora, sarà divertente”.

Leggi argomenti correlati:Ben Simmons

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *