Bambino di cinque anni estratto dalle macerie del terremoto indonesiano dopo essere rimasto intrappolato per giorni

Punti chiave
  • Un ragazzino è stato salvato dopo essere sopravvissuto per tre giorni intrappolato tra le macerie del terremoto.
  • Le operazioni di soccorso continuano mentre i servizi di emergenza cercano di localizzare i sopravvissuti dispersi o intrappolati in una serie di scosse di assestamento.
  • Il devastante terremoto ha ucciso più di 270 persone e lasciato migliaia di feriti o dispersi.
I servizi di recupero nella città indonesiana colpita dal terremoto di Cianjur erano al terzo giorno delle operazioni di ricerca quando hanno individuato un bambino cosciente di cinque anni intrappolato tra le macerie.
In un video pubblicato dai vigili del fuoco locali, il ragazzo, Azka, è apparso calmo mentre veniva portato in salvo dai servizi locali.

A questo punto è rimasto intrappolato senza aiuto per tre giorni.

“Solo due persone sono sopravvissute (oltre a lui), suo nonno e suo fratello minore”, ha detto il cugino di Azka, Salman Alfarisi, seduto accanto al bambino di cinque anni e tenendogli la mano.
Alfarisi ha anche aggiunto che la madre di Azka non è sopravvissuta al terremoto.
“C’erano cinque persone in casa, tre sono sopravvissute e due erano morte. Sono state trovate oggi”, ha detto.

Nel video, i due si trovavano in una tenda medica improvvisata dove Azka stava ricevendo cure mediche.

Restano attive le operazioni di soccorso
Azka è tra i sopravvissuti a un recente devastante terremoto che ha abbattuto edifici e provocato frane sull’isola principale dell’Indonesia, West Java.

Il terremoto di magnitudo 5,6 ha ucciso almeno 271 persone, tra cui molti bambini. Restano quaranta dispersi e centinaia di persone sono rimaste ferite.

Gli indonesiani stanno vacillando dopo il terremoto di lunedì, che ha colpito a una profondità di 10 km, seguito da dozzine di scosse di assestamento. fonti: EPA / ADI WEDA/EPA

La scossa ha colpito la regione più popolata dell’Indonesia a una profondità di soli 10 chilometri.

Il sisma ha causato ingenti danni a Cianjur, cittadina a 75 chilometri dalla capitale Jakarta. Le scosse di assestamento potrebbero essere avvertite per giorni dopo il terremoto iniziale.
I funzionari hanno anche confermato che almeno un villaggio della provincia è stato sepolto sotto una frana che ha seguito il terremoto.

Circa 6.000 soccorritori sono stati schierati per condurre operazioni di soccorso sul terreno, alcuni dotati di macchinari pesanti per rimuovere le frane.

Edifici crollati e detriti fiancheggiavano le strade di Cianjur con tre persone in piedi tra le rovine.

Cianjur si trova in una zona collinare dove molte case sono costruite con un misto di fango e cemento. fonti: EPA / ADI WEDA/EPA

Da lunedì sono state registrate più di 170 scosse di assestamento, inclusa una di magnitudo 3,9 mercoledì.

L’Indonesia sperimenta spesso frequenti attività sismiche e vulcaniche a causa della sua posizione sull’anello di fuoco del Pacifico, dove le placche tettoniche si scontrano.

Il paese registra anche frequenti terremoti al largo, con scosse che si dice siano più forti di quelle che hanno colpito West Java.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *