Il PSEi supera quota 6.500, in rialzo dell’1,26%

L’indice di riferimento della borsa valori filippina (PSEi) è salito per un secondo giorno per tornare al livello di 6.500, aggiungendo 80,67 punti, o l’1,25%, per chiudere a 6.510,32.

Anche il più ampio All Shares è salito di 25,61 punti, o dello 0,76%, chiudendo la giornata a 3.415,76.

L’ultima volta che il PSEi ha chiuso in rialzo è stato il 16 settembre, quando ha toccato quota 6.548,77.

Japhet Tantiangco, analista di ricerca senior presso Philstocks Financial Inc., ha affermato che gli investitori hanno reagito positivamente ai commenti del governatore di Bangko Sentral ng Pilipinas Felipe Medalla secondo cui le autorità monetarie potrebbero essere fatte con grandi aumenti dei tassi ufficiali.

“Ciò avviene in mezzo all’aspettativa che la Federal Reserve rallenterà con il suo inasprimento monetario. Inoltre, anche i segnali positivi da Wall Street hanno aiutato nella salita di mercoledì”, ha aggiunto Tantiangco.

Ricevi le ultime notizie


consegnato nella tua casella di posta

Iscriviti alla newsletter quotidiana di The Manila Times

Registrandomi con un indirizzo e-mail, riconosco di aver letto e accettato i Termini di servizio e l’Informativa sulla privacy.

L’economista capo della Rizal Commercial Banking Corp. Michael Ricafort, nel frattempo, ha affermato che anche il mercato azionario è salito dopo che il presidente Ferdinand Marcos Jr. “ha negato che il segretario del Dipartimento delle finanze Diokno stia uscendo dal team economico, cosa che è stata negata anche dallo stesso Diokno .”

L’amministratore delegato di Regina Capital Development Corp., Luis Limlingan, ha affermato che gli investitori attendono con ansia la pubblicazione dei verbali della riunione del Federal Open Market Committee, gli ultimi dati sulle richieste di disoccupazione, i beni durevoli e i dati sulle vendite di nuove case per indizi sul ritmo dei futuri aumenti dei tassi negli Stati Uniti tra i timori di ulteriori blocchi in Cina.

Tutti gli indici settoriali hanno chiuso in positivo, con il settore immobiliare che ha guadagnato di più, del 2,57%.

Sono state scambiate quasi 803 milioni di azioni per un valore di 5,88 miliardi di sterline.

I progressisti hanno nuovamente superato quelli in declino, da 105 a 83, mentre 46 sono rimasti invariati.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *