L’Argentina ferita mira a superare il trauma saudita

L’Argentina di Lionel Messi deve mettere da parte l’orgoglio ferito dopo lo shock sconvolto dall’Arabia Saudita e richiamare lo spirito combattivo dei suoi predecessori del 1990, altrettanto ammaccati, se vuole portare a casa la Coppa del Mondo per la terza volta.

Il quinto e ultimo tentativo di Messi di eguagliare l’immortalità di Diego Maradona tra gli argentini vincendo il più grande premio del calcio non poteva iniziare peggio, con la sconfitta per 2-1 di martedì contro i sauditi, uno dei più grandi sconvolgimenti del torneo.

In un momento di disinformazione e troppa informazione, Il giornalismo di qualità è più cruciale che mai.
Iscrivendoti, puoi aiutarci a raccontare la storia nel modo giusto.

ISCRIVITI ORA

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *