Le vendite di nuove case sono aumentate a ottobre, ma le prospettive rimangono caute

Le vendite di nuove case unifamiliari sono aumentate in ottobre, aumentando del 7,5% a 632.000 a un tasso annuo destagionalizzato da un ritmo di 588.000 a settembre. Il guadagno di ottobre è stato il terzo aumento negli ultimi undici mesi, con un calo delle vendite del 5,8% rispetto a un anno fa e del 39,0% rispetto al picco post-recessione di agosto 2020. Le vendite di ottobre rimangono al di sotto del tasso di vendita medio di 50 anni (vedi primo grafico).

In ottobre, le vendite di nuove case unifamiliari sono aumentate in due delle quattro regioni. Le vendite nel Nordest, la regione più piccola in volume, sono aumentate del 45,7% e le vendite nel Sud, la più grande in volume, sono aumentate del 16,0%. Tuttavia, le vendite nel Midwest sono diminuite del 34,2% per il mese, mentre le vendite nell’ovest sono diminuite dello 0,8%.

Negli ultimi 12 mesi, le vendite sono diminuite in tre delle quattro regioni, guidate da un calo del 26,5% nel Midwest, seguito da un calo del 22,8% nell’ovest e dello 0,3% nel sud. La regione nord-orientale mostra un aumento del 59,4% da ottobre 2021.

Il prezzo medio di vendita di una nuova casa unifamiliare è stato di $ 493.000 (vedi secondo grafico), in aumento rispetto ai $ 455.700 di settembre (non destagionalizzato), portando il prezzo medio su 12 mesi a un massimo record di $ 445.000 (vedi secondo grafico). Nel frattempo, i mutui a tasso fisso a 30 anni erano del 6,61% a fine novembre, in calo rispetto al 7,08% di metà novembre, ma in netto aumento rispetto al minimo del 2,65% di gennaio 2021. La combinazione di prezzi elevati e tassi ipotecari elevati riduce l’accessibilità economica e comprime acquirenti fuori dal mercato.

L’inventario totale di nuove case unifamiliari in vendita è aumentato dell’1,5% a 470.000 in ottobre, il più alto da febbraio 2008. Ciò pone l’offerta mensile (inventario moltiplicato per 12 diviso per il tasso di vendita annuale) all’8,9, in calo del 5,3% rispetto a settembre ma il 29,0% sopra il livello di un anno fa. L’inventario e l’offerta mensile rimangono molto elevati rispetto allo storico (vedi terzo grafico). L’elevato livello dei prezzi, l’elevato stock ei tassi ipotecari elevati dovrebbero continuare a pesare sull’attività immobiliare nei prossimi mesi e trimestri. Tuttavia, il tempo mediano sul mercato per una nuova casa è rimasto molto basso in ottobre, attestandosi a 1,6 mesi contro 1,5 di settembre.

Nel frattempo, l’indice del mercato immobiliare della National Association of Home Builders, una misura del sentimento dei costruttori di case, è sceso di nuovo a novembre, attestandosi a 33 contro 38 di ottobre. Si tratta dell’undicesimo calo consecutivo e del quarto mese consecutivo sotto la soglia neutrale dei 50. L’indice è in netto calo rispetto ai recenti massimi di 84 nel dicembre 2021 e 90 nel novembre 2020 (vedi quarto grafico).

Tutti e tre i componenti dell’indice del mercato immobiliare sono scesi nuovamente a novembre. L’indice delle vendite unifamiliari previsto è sceso a 31 da 35 del mese precedente, l’attuale indice delle vendite unifamiliari è sceso a 39 da 45 di ottobre e l’indice del traffico dei potenziali acquirenti è nuovamente sceso, toccando 20 da 25 nel precedente mese (vedi quarto grafico).

Roberto Hughes

Bob Hughes

Robert Hughes è entrato in AIER nel 2013 dopo oltre 25 anni di ricerca sui mercati economici e finanziari a Wall Street. Bob è stato in precedenza a capo di Global Equity Strategy per Brown Brothers Harriman, dove ha sviluppato una strategia di investimento azionario combinando analisi macro top-down con fondamentali bottom-up.

Prima di BBH, Bob è stato Senior Equity Strategist per State Street Global Markets, Senior Economic Strategist presso Prudential Equity Group ed Economista Senior e Analista dei mercati finanziari per Citicorp Investment Services. Bob ha conseguito un master in economia presso la Fordham University e una laurea in economia presso la Lehigh University.

Ricevi notifiche sui nuovi articoli di Robert Hughes e AIER.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *