Mercati, pesos alzati dai verbali della Fed

Il mercato azionario e il peso hanno avuto un’altra buona giornata giovedì, chiudendo entrambi in rialzo mentre gli investitori si sono rinfrancati da una serie di rapporti ottimistici.

L’indice di riferimento della borsa valori filippina (PSEi) è salito più in alto nel territorio di 6.500, aggiungendo 20,19 punti, o lo 0,31%, per chiudere a 6.530. La più ampia All Shares ha guadagnato 6,28 punti, o lo 0,18%, per una chiusura di 3.442,04.

Il peso, nel frattempo, si è rafforzato di 16 centavos a P56.78.

Gli analisti hanno affermato che i miglioramenti sono seguiti alla pubblicazione dei verbali dell’ultima riunione della Federal Reserve, che hanno mostrato che la banca centrale degli Stati Uniti era propensa a piccoli aumenti dei tassi, e alla notizia che gli investimenti di portafoglio esteri erano diventati positivi a ottobre.

“Anche i fondi esteri hanno contribuito ai guadagni con transazioni estere che hanno registrato un afflusso netto di 5,51 miliardi di sterline”, ha affermato Japhet Tantiangco, responsabile della ricerca presso Philstocks Financial.

Ricevi le ultime notizie


consegnato nella tua casella di posta

Iscriviti alla newsletter quotidiana di The Manila Times

Registrandomi con un indirizzo e-mail, riconosco di aver letto e accettato i Termini di servizio e l’Informativa sulla privacy.

L’amministratore delegato di Regina Capital Luis Limlingan, nel frattempo, ha dichiarato: “Le azioni filippine hanno sostenuto il rally mentre gli investitori analizzavano gli ultimi verbali della riunione del FOMC (Federal Open Market Committee), che indicavano un rallentamento della stretta della Fed nei prossimi mesi”.

“Si noti che i mercati saranno chiusi giovedì per la festa del Ringraziamento e chiuderanno presto venerdì”, ha aggiunto.

Michael Ricafort, capo economista di Rizal Commercial Banking Corp., ha affermato che sia il mercato azionario che il peso hanno guadagnato “dopo che gli ultimi verbali della Fed hanno segnalato [a] un minore aumento del tasso della Fed di +0,50 il 14 dicembre 2022 che ha portato a un calo del dollaro USA rispetto alle principali valute globali; migliori dati sul portafoglio estero netto/denaro caldo”; la conferma del segretario alle finanze Benjamin Diokno da parte della Commissione per le nomine; l’approvazione del bilancio nazionale 2023 da parte del Senato; e un ulteriore allentamento dei prezzi globali del greggio.

Il tasso di cambio, ha aggiunto, “rimane relativamente stabile/più forte già per la nona settimana consecutiva, ulteriormente al di sotto del massimo storico/marchio psicologico di 59,00; ora a 56,78, il più forte per il peso in più di due mesi…”

La valuta ha aperto a P56.88 ed è stata scambiata a partire da P56.68. Il volume totale della sessione è stato di 868,5 milioni di dollari, superiore ai 687,85 milioni di dollari di mercoledì.

Nel frattempo, tutti gli indici settoriali, ad eccezione di quello industriale e immobiliare, hanno chiuso la giornata in positivo.

Sono state negoziate quasi 664 milioni di azioni per un valore di P5,88 miliardi

I promotori hanno perso contro i rifiutanti, 87 a 94, mentre 49 sono rimasti invariati.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *