Richarlison interpreta il Brasile mentre batte la Serbia, ma Neymar soffre di paura per gli infortuni



Richarlison ha segnato una doppietta quando il Brasile, favorito del torneo, ha battuto la Serbia per 2-0 nella gara d’esordio della Coppa del Mondo giovedì, ma la vittoria è stata rovinata da un infortunio alla caviglia del capitano Neymar.

LEGGI ANCHE: Ronaldo segna nella quinta Coppa del Mondo mentre il Portogallo supera il Ghana

Il cinque volte vincitore del record aveva faticato a volte nel primo tempo, ma è migliorato dopo l’intervallo al Lusail Stadium ed è stato premiato quando l’attaccante del Tottenham Hotspur Richarlison ha segnato il primo gol al 62 ‘dopo che un tiro di Vinicius Junior è stato parato.

Vinicius ha poi preparato Richarlison per segnare ancora al 73 ‘con uno straordinario sforzo acrobatico che è sicuramente l’obiettivo della Coppa del Mondo finora.

Tuttavia, Neymar è stato poi costretto ad abbandonare con una distorsione alla caviglia che il medico della squadra brasiliana ha detto che sarebbe stata valutata nelle prossime 48 ore.

Gli infortuni hanno ostacolato Neymar al torneo in passato e il Brasile spera che la sua Coppa del Mondo non sia già finita, anche se l’allenatore Tite ha mostrato un tono positivo dopo la partita.

“Puoi star certo che Neymar giocherà la Coppa del Mondo”, ha detto Tite.

Il risultato di giovedì conferma il superbo record del Brasile nella fase a gironi della Coppa del Mondo, in cui l’ultima sconfitta risale al 1998 contro la Norvegia.

La squadra di Tite è già in testa al Gruppo G davanti alla Svizzera, che ha battuto il Camerun 1-0 in precedenza e che affronterà il Brasile in seguito.

“Abbiamo giocato bene, soprattutto nel secondo tempo quando i nostri avversari hanno iniziato a stancarsi e ne abbiamo approfittato”, ha detto Richarlison, che ha definito “un sogno d’infanzia diventato realtà” per segnare i gol.

Il risultato è stato lo stesso di quando queste due squadre si sono incontrate nella fase a gironi nel 2018, ma il Brasile è determinato a fare molto meglio rispetto a quattro anni fa, quando perse contro il Belgio nei quarti di finale.

Sono arrivati ​​in Qatar come i favoriti per il sesto titolo, due decenni dopo la loro ultima vittoria.

Altri risultati nel primo turno di partite in Qatar sono serviti da monito, con l’Argentina che ha subito una clamorosa sconfitta contro l’Arabia Saudita nello stesso stadio e la Germania che ha perso contro il Giappone.

Il Brasile avrebbe saputo di non prendere alla leggera la Serbia, ma sarebbe stato comunque un grande shock per loro perdere in un campo dove intendono tornare per la finale del 18 dicembre.

L’allenatore della Serbia Dragan Stojkovic ha detto che la sua squadra “è caduta fisicamente” e ha aggiunto che gli infortuni ai giocatori chiave, tra cui la coppia della Juventus Dusan Vlahovic e Filip Kostic, hanno ostacolato la sua squadra.

“Siamo venuti qui con molti infortuni da affrontare che hanno colpito i giocatori chiave. È così e dobbiamo affrontare questo fatto “, ha detto.

– acrobazie –

Tite ha schierato una squadra molto offensiva, con Neymar a supporto di Richarlison mentre Raphinha e Vinicius hanno occupato le fasce e Lucas Paqueta ha aggiunto creatività a centrocampo.

La Serbia ha fatto del suo meglio per frustrare Neymar, che ha sfiorato il gol diretto su calcio d’angolo che avrebbe alzato il tetto del magnifico Lusail Stadium, dove le tribune erano piene di gialloverdi.

I migliori momenti brasiliani nel primo tempo sono stati quando il passaggio di Thiago Silva che ha spaccato la difesa ha trovato Vinicius in area, solo per il portiere Vanja Milinkovic-Savic a contrastare l’uomo del Real Madrid, e quando Raphinha ha giocato uno-due con Paqueta prima che il suo tiro fosse salvato.

L’esterno del Barcellona Raphinha è stato nuovamente coinvolto entro un minuto dalla ripresa quando ha perseguitato Nemanja Gudelj fuori possesso, ma è stato nuovamente respinto dal portiere.

Tuttavia, la resistenza della Serbia è stata spezzata poco dopo l’ora.

L’avvertimento era arrivato quando Alex Sandro aveva sferrato un sinistro sul montante e due minuti dopo era arrivato il gol.

Neymar ha preparato Vinicius per un tiro che Milinkovic-Savic ha messo una mano, ma la palla è andata a Richarlison che ha seguito per segnare.

La Serbia ha risposto inserendo Vlahovic, ma il Brasile aveva ormai trovato il passo e il secondo gol quando è arrivato è stato degno del palcoscenico più importante.

Un cross di Vinicius con l’esterno dello stivale destro è stato controllato da Richarlison che poi si è girato ed è balzato a segnare con uno sforzo acrobatico oltraggioso.

Il Brasile avrebbe potuto segnare di più, con Casemiro che si è visto ribattere un tiro sulla traversa, ma questo è stato un inizio promettente, a patto che l’infortunio di Neymar non sia grave.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *