mela: Coinbase afferma che Apple ha bloccato la sua ultima versione dell’app sugli NFT nel portafoglio

Coinbase Global Inc ha dichiarato giovedì che i clienti che utilizzano iOS di Apple Inc non saranno più in grado di inviare token non fungibili (NFT) sul portafoglio dell’exchange di criptovalute.

“L’affermazione di Apple è che le tariffe del gas richieste per inviare NFT devono essere pagate tramite il loro sistema di acquisto in-app, in modo che possano riscuotere il 30% della tariffa del gas”, ha aggiunto Coinbase Wallet in un tweet.

Coinbase ha affermato che non sarebbe in grado di soddisfare il requisito anche se ci provasse poiché il sistema di acquisto in-app proprietario del produttore di iPhone non supporta le criptovalute.

“Apple ha introdotto nuove politiche per proteggere i propri profitti a scapito degli investimenti dei consumatori in NFT e dell’innovazione degli sviluppatori in tutto l’ecosistema crittografico”, ha affermato Coinbase, aggiungendo che la politica era simile a Apple che cercava di ridurre le commissioni per ogni e-mail inviata. su protocolli Internet aperti. Apple non ha risposto immediatamente alla richiesta di Reuters di commentare la questione.

Le commissioni del 30% sono state un punto controverso tra la società più preziosa del mondo e altri sviluppatori di app come Spotify e il produttore di “Fortnite” Epic Games, che hanno accusato la società di aver abusato del suo “monopolio”.

Scopri le storie di tuo interesse



Il problema di Coinbase con Apple arriva in un momento difficile per lo scambio di criptovalute, le cui azioni sono scese di circa l’80% finora quest’anno. La società ha anche tagliato i posti di lavoro per gestire le spese poiché gli investitori perdono appetito per le criptovalute.

Gli NFT, che sono risorse digitali che esistono sulla blockchain e portano firme digitali univoche, sono esplose in popolarità nel 2021 ma hanno visto la domanda paralizzata dall’inverno delle criptovalute negli ultimi mesi.

Le criptovalute sono state sconvolte dal fatto che i tassi di interesse più elevati e le preoccupazioni di una recessione economica costringono gli investitori a scaricare asset rischiosi con il recente crollo dell’exchange rivale FTX che ha anche accumulato pressioni sul settore.

Rimani aggiornato sulla tecnologia e sulle notizie sulle startup che contano. Iscriviti alla nostra newsletter quotidiana per ricevere le notizie tecnologiche più recenti e da non perdere, direttamente nella tua casella di posta.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *