Donna con diagnosi di SM dopo aver perso improvvisamente la vista

Una giovane donna ha rivelato come si è svegliata un giorno scoprendo di non avere la vista dall’occhio destro.

Holly Prassler, del Queensland, aveva 19 anni ed era entusiasta di avere un sabato libero dal lavoro quando saltò giù dal letto.

Ma, si rese improvvisamente conto, non riusciva a vedere con l’occhio destro.

“Sono andata dal dottore e mi hanno detto che dovevo andare da un optometrista”, ha detto Holly a news.com.au.

“E poi sono andato dall’optometrista e mi hanno detto che dovevo andare in ospedale.”

Holly ha trascorso cinque giorni in ospedale mentre i medici eseguivano una serie di test, tra cui una risonanza magnetica e una puntura lombare.

Alla fine le è stato detto che soffriva di neurite ottica, che si sta gonfiando in un fascio di fibre nervose che trasmette informazioni visive dall’occhio di una persona al cervello.

I medici sospettavano la sclerosi multipla, nota anche come SM, ma sia Holly che sua madre erano irremovibili sul fatto che i professionisti medici si sbagliassero.

“Quando sono entrati hanno detto che poteva essere SM, ho pensato ‘Non è quello che hanno gli anziani?'”, ha detto.

“E immagino che fosse solo una di quelle cose per cui avevo saputo della SM solo attraverso, avendo un amico la cui madre era su una sedia a rotelle o usava un bastone da passeggio.

“E così ho pensato, ‘Beh, ovviamente non sono io. Ho 19 anni. Ti sbagli.’ E penso che anche mia madre fosse la stessa in quel momento.

Ci sono voluti tre mesi perché la vista di Holly tornasse al 95% della capacità.

Ma due anni pieni di medici e appuntamenti in ospedale dopo vari segni – come la perdita della vista del colore o altra perdita della vista – hanno indotto i medici a ufficializzare la diagnosi.

A questo punto, Holly era solo sollevata di avere una diagnosi in modo da poter iniziare il trattamento e vivere la sua vita migliore.

Esistono diversi farmaci per aiutare coloro che vivono con la SM a gestire i propri sintomi, ma a Holly viene somministrata una flebo con Tysabri una volta al mese per alcune ore alla volta.

L’account manager creativo che lavora per un’agenzia pubblicitaria ha detto che ha sicuramente delle riacutizzazioni causate dallo stress o dal caldo, ma sono poche e lontane tra loro, e sicuramente non così gravi come prima della sua diagnosi.

Di tanto in tanto Holly ha anche sviluppato intorpidimento alla gamba e al braccio sinistro.

Ma, a 24 anni, ogni tanto pensa a come sarà il suo futuro.

“All’inizio, ho posto domande come; “Sarò su una sedia a rotelle a 40 anni?” e ‘Cosa fa [my future] ti sembra davvero?’”, ha detto.

Ma poiché è stata maggiormente coinvolta nella comunità della SM grazie a MS Queensland, che l’ha aiutata ad assorbire le informazioni in un modo non travolgente, si è resa conto che non esistono due percorsi uguali quando si tratta di SM.

È stata anche in grado di entrare in contatto con altri giovani con SM.

“Ero a un evento MS Queensland, e ho finito di parlare della mia storia, sono venute da me circa cinque giovani donne e mi hanno detto, ‘Oh mio Dio, non mi ero reso conto che sei come me ‘,” lei disse.

“Mi guardo intorno e vedo persone di 30 e 40 anni con la SM, ma essere in grado di entrare in contatto con altri giovani mi ha aiutato a rilassare la mente”.

Ha detto che c’è sempre un pensiero nella parte posteriore della sua mente sul suo futuro, ma circondarsi di persone che stanno attraversando la stessa cosa allevia ogni ansia.

“Devi davvero essere in pace con esso. Altrimenti, penso che ti mangerà dentro considerando che è fuori dal mio controllo – non c’è niente che posso fare per controllarlo “, ha detto.

Ha aggiunto che anche la sua SM non è qualcosa da nascondere e non vuole che gli altri con SM si sentano come se fosse destinata a essere tenuta segreta.

“Ne sono abbastanza orgoglioso – non perché voglio avere la simpatia – ma ne sono orgoglioso perché mi sento come se [I’m changing people’s perceptions of MS],” lei disse.

“È qualcosa che sconvolge le persone, eppure molti giovani ce l’hanno ed è in realtà più comune di quanto si pensi.

“Molte persone con cui parlo pensano all’amica della loro mamma, ma penso che più persone ne parlano, meno isolamento sarà per i giovani”.

Holly ha grandi progetti per i prossimi anni, vuole viaggiare in tutto il mondo nei prossimi anni.

Vuole anche continuare la sua raccolta fondi e la sensibilizzazione per la SM Queensland, partecipando di recente alla Moonlight Walk per il terzo anno consecutivo.

Holly ha preso parte all’evento di 10 km con sua madre e il suo compagno, raccogliendo più di $ 1700.

Per ulteriori informazioni su MS Queensland o per donare, visitare qui.

Originariamente pubblicato come Donna con diagnosi di SM dopo aver perso improvvisamente la vista

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *