Il futuro dell’investimento dinamico nell’IT

LA NECESSITÀ per le aziende di innovare rapidamente e orientarsi in risposta a condizioni di mercato, tendenze ed esigenze aziendali in continua evoluzione non è mai stata così grande. Le organizzazioni agili e orientate al mercato che perseguono capacità, servizi ed esperienze dei clienti digitali moderni stanno riconoscendo che, nonostante il “bisogno di velocità” nell’economia digitale, la stessa funzione IT (Information Technology) deve sviluppare la capacità di ridefinire rapidamente le priorità e riallocare le risorse per offrire il massimo valore man mano che emergono opportunità di business.

Affinché la trasparenza e l’ottimizzazione dei costi siano sfruttate appieno tra le tipiche sfide odierne in termini di risorse, personale e budget, gli investimenti dinamici dovrebbero fornire nuove capacità per dare priorità alla spesa tecnologica sulla base di una maggiore trasparenza e del valore aziendale che l’innovazione può offrire. Questo aiuta a soddisfare le esigenze in continua evoluzione dei clienti, del mercato e della tecnologia. Piuttosto che dare la priorità agli investimenti nell’innovazione all’inizio di un processo di revisione annuale e rimescolare le risorse come richiesto, la definizione delle priorità dovrebbe essere continua e basata sul valore prodotto sia passato che previsto per il futuro.

Riunire i team IT e finanziari

LE ORGANIZZAZIONI dalla parte sbagliata del divario digitale hanno sempre più difficoltà a competere e questo divario sempre più ampio sta creando le condizioni per un mercato “chi vince prende tutto”. Come sottolineiamo ai clienti, nella corsa all’innovazione e alla trasformazione, l’investimento dinamico riguarda essenzialmente il finanziamento dell’innovazione su larga scala. Il successo nell’ambiente odierno in rapida evoluzione e ipercompetitivo richiede una cultura moderna di innovazione, velocità e agilità, con ogni iniziativa tecnologica “sperimentale” ripetutamente e sistematicamente testata rispetto a una chiara articolazione del suo valore e fattibilità.

Dare priorità agli investimenti tecnologici e all’innovazione in modo da migliorare e sostenere l’agilità, la crescita e il valore aziendale è diventato indispensabile. Sfortunatamente, molte organizzazioni continuano a perseguire un approccio quantitativo che tende a dare la priorità al ritorno sull’investimento rispetto a tutte le altre misure di valore durante le revisioni dei finanziamenti IT.

Passando a una scorecard equilibrata

La COMBINAZIONE di considerazioni quantitative con dati e metriche qualitativi fornisce approfondimenti cruciali su aree chiave come le tendenze del mercato, la soddisfazione e l’esperienza del cliente, la consapevolezza e la reputazione del marchio, i miglioramenti operativi, la mitigazione del rischio e le esigenze di conformità e competenze. Il successo con questo approccio implica nuovi livelli di collaborazione e accordo tra i leader aziendali all’interno delle funzioni tecnologiche e finanziarie sulle intuizioni dei dati emergenti e sugli investimenti necessari per una risposta tempestiva e agile alle condizioni aziendali e di mercato.

Sostituisci il budget del progetto con il finanziamento del prodotto

I leader aziendali di oggi devono in definitiva comprendere ed essere responsabili in nuovi modi per l’allocazione efficiente delle risorse, le implicazioni sui costi di ogni decisione di finanziamento della tecnologia e il valore che viene fornito all’azienda.

Sfortunatamente, la governance IT rimane spesso disallineata nel bilanciare il rischio e le prestazioni tecnologiche. Un unico modello di governance incentrato sulla prevedibilità e sulla responsabilità è stato tradizionalmente considerato adatto a tutte le spese IT. Tuttavia, un unico modello di governance monolitico e la mancanza di trasparenza per quanto riguarda sia la spesa IT che il valore aziendale spesso producono decisioni di investimento IT scarsamente informate e inefficienti.

L’attenzione dovrebbe spostarsi dal tracciamento e dalla prevedibilità all’abilitazione del flusso di valore. Il modello dinamico di governance degli investimenti sostituisce il tradizionale budget di progetto con il finanziamento del prodotto, affrontando considerazioni chiave come le politiche decisionali, i ruoli e i diritti tra la leadership in merito agli investimenti tecnologici.

Per massimizzare l’agilità del business e le sue opportunità di crescita, gli stakeholder tecnologici che sono più vicini ai prodotti e ai flussi di valore devono acquisire una nuova voce nel processo e nelle sue decisioni di priorità. Fatto bene, un nuovo approccio consente un progresso tecnologico più rapido che probabilmente migliorerà la crescita e la prosperità per l’azienda.

Riformare il panorama digitale filippino

IL “Rapporto sull’economia digitale delle Filippine del 2020” pubblicato dalla Banca mondiale, ha affermato che “l’aumento dell’adozione del digitale è ostacolato da una connettività Internet costosa e inaffidabile, un basso utilizzo dei pagamenti digitali e una logistica difficile”.

“Come parte della transizione verso un mondo post-pandemia, dobbiamo aumentare l’adozione del digitale, sia nel settore pubblico che privato, attraverso riforme digitali che supportino gli investimenti tecnologici. Dare priorità alle politiche e ai quadri normativi per affrontare le sfide di Internet e di altre infrastrutture contribuirà a creare un ambiente aziendale più compatibile con il digitale”.

D’altra parte, il settore privato potrebbe contribuire sostenendo il governo con soluzioni e progetti tecnologici che contribuiranno a mitigare i gap digitali nel nostro Paese come piattaforme di pagamento digitale, aggiornamenti delle infrastrutture di telecomunicazione o migliori servizi logistici, solo per citarne alcuni, e potrebbe quindi massimizzare gli accordi di partenariato pubblico-privato (PPP).

In conclusione, i leader aziendali di oggi devono chiedersi se la loro azienda stia davvero generando un valore adeguato dalla spesa tecnologica e dall’innovazione. Nella realtà odierna in rapida evoluzione, dove il ritmo del cambiamento continua ad accelerare, le aziende devono anche considerare il “costo” finale per l’azienda di non innovare e trasformarsi in modi che possano supportare la crescita e la competitività future. I leader digitali stanno mostrando la strada e non c’è tempo da perdere nella corsa per innovare e adattarsi alla velocità del mercato.

L’estratto è stato tratto dalla pubblicazione KPMG Thought Leadership: https://assets.kpmg/content/dam/kpmg/xx/pdf/2021/06/future-of-it-dynamic-investment.pdf

Gilbert T. Trinchera è il partner di consulenza tecnologica di KPMG RG Manabat & Co. (RGM&Co.), la società membro filippina di KPMG International. Trinchera può essere raggiunto tramite ph-kpmgmla@kpmg.com e/o www.home.kpmg/ph. Questo articolo è solo a scopo informativo generale e non deve essere considerato una consulenza professionale su una questione o entità specifica. Le opinioni e le opinioni espresse sono quelle dell’autore e non rappresentano necessariamente KPMG International o KPMG nelle Filippine e BusinessMirror.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *