Aiuta l’ex giocatore dei Sundowns Khayelihle Shozi



Pitso Mosimane è tra le persone che si sono impegnate a fare del loro meglio per aiutare l’ex giocatore dei Mamelodi Sundowns Khayelihle Shozi.

LEGGI ANCHE: Il rigore parato di Williams mantiene intatta l’imbattibilità di Sundowns

Ciò avviene dopo che Shozi è stato visto vagare per le strade di Gauteng con l’aspetto di un vagabondo.

Dopo una recente foto di lui di tendenza sui social media questa settimana, Mosimane ha dichiarato di averlo promosso alla squadra senior di Sundowns.

“Molto triste vedere questa foto. La sua combinazione con Percy Tau è stata sorprendente. Lo abbiamo persino promosso alla squadra senior davanti a Percy”, ha detto Mosimane su Twitter.

In un’intervista con SABC Radio, si dice che Mosimane si sia impegnato a salire a bordo e ad aiutare dove può.

Il fratello di Shozi, noto come Shwi Shozi, ha confermato che Pitso aveva promesso il suo sostegno.

“Quello che dico è che ho sentito quello che ha detto mister Pitso. Mi ha reso molto felice ed è per questo che sono qui per parlare di Khayelihle”, ha detto giovedì Shwi in un’intervista con Ukhozi FM.

“Era da un po’ che non si trovava in quella situazione. Ma quello che succederà ora è che Pisto vuole aiutarlo.

“Ha promesso di fare alcune cose per lui quando sarà stato trovato e aiutato a uscire dal suo stato attuale.”

“Lascia che Shozi riceva aiuto in pace”

E anche il dipartimento sportivo del KwaZulu-Natal si è impegnato a trovare a Shozi l’aiuto di cui ha bisogno per essere riabilitato.

LEGGI ANCHE: Pirates, Chiefs aumentano le possibilità di qualificarsi per l’Africa

Lo ha rivelato Kwenzakwakhe Ngwenya di Safa KZN sulla stessa stazione radio.

“Dobbiamo ringraziare Pitso per aver dimostrato di essere una vera persona di calcio ed è per questo che ha deciso di farlo.

“Come associazione in KZN, abbiamo affrontato la questione perché abbiamo un dipartimento sportivo in KZN e si è impegnato ad aiutare ovunque possibile.

“Sarà portato in un luogo sicuro. Vogliamo che venga aiutato e che torni al suo stato normale”.

Ngwenya ha anche fatto appello ai media e ai sostenitori affinché diano una pausa a Shozi mentre cerca aiuto.

“Faccio appello ai media affinché non diano troppa attenzione alla questione mentre si sottopone alla riabilitazione. La sua storia può essere raccontata quando ha fatto bene.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *